FRATELLI MUSULMANI: DAL MEDIO ORIENTE ALLA CONQUISTA DELL’OCCIDENTE

FRATELLI MUSULMANI: DAL MEDIO ORIENTE ALLA CONQUISTA DELL’OCCIDENTE

di Souad Sbai

Chi sono davvero coloro che puntano alla conquista dell’Occidente? Quella dei Fratelli musulmani è la principale organizzazione transnazionale islamista, nella quale affondano le proprie radici ideologiche Al QaedaIsis e l’intera galassia dell’estremismo e del terrorismo contemporaneo di matrice jihadista. Fondata negli anni Venti del secolo scorso in Egitto da Hassan al-Banna, sin dalle origini il suo principale campo d’azione è stato il Medio Oriente, ma oggi la sua vasta rete avvolge sempre più strettamente anche Europa e Nord America. Seguendo i dettami di al-Banna e, successivamente, di Sayyid Qutb, anch’egli egiziano, la Fratellanza ha messo in atto una paziente e lunga opera di penetrazione nel tessuto religioso, sociale, culturale, politico ed economico dei Paesi del mondo arabo. MaghrebMashrekGolfo: i Fratelli musulmani hanno acquisito gradualmente in tutta la regione una forza tale da riuscire a sostenere la loro aspirazione di prendere il potere, con l’obiettivo di stabilire dittature fondamentaliste da utilizzare come piattaforma per un’espansione a livello globale e verso l’Occidente in particolare.

Le rivolte scoppiate nel 2011 e passate inopinatamente alla storia come “Primavere arabe” sono state il frutto di un piano disegnato appositamente per portare la Fratellanza al governo di EgittoTunisiaLibia e Siria, innescando un effetto domino che avrebbe dovuto travolgere l’intero Medio Oriente. Nel tentativo di realizzare le proprie ambizioni di conquista, la Fratellanza non ha agito in solitudine. La non-santa alleanza con Qatar e Turchia ha fornito la spinta finanziaria, la legittimazione politica e la copertura mediatica − basti pensare al ruolo svolto da Al Jazeera − indispensabili a far sì che dei rovesciamenti di regime venissero interpretati, soprattutto in Occidente, come rivoluzioni democratiche. In sostanza, il Qatar dominato dalla famiglia al-Thani e la Turchia di Recep Tayyip Erdogan hanno cercato di mettere le mani sul Medio Oriente, utilizzando i Fratelli musulmani come grimaldello. Questo è il succo della “Primavera araba”.

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

Comments are closed